Lo scorso 24 settembre 2014 si è tenuto allo Starhotel Majestic di Torino una giornata di approfondimento sul “Fare outsourcing” organizzata da Job in Tourism in collaborazione con Global Outsourcing.
Un’occasione di confronto tra professionisti del settore che hanno affrontato temi quali l’impatto della tecnologia nella gestione delle camere, nella realizzazione di una check-list di valutazione dell’outsourcing, e sulle recenti novità normative in tema di outsourcing e di gestione delle risorse umane.Sul palco oltre al moderatore Emilio De Risi di Job in Tourism, i relatori Dennis Zambon, docente dell’Università Bicocca di Milano, Carlo Fontana, CEO Hoxell e direttore dell’hotel Berna di Milano, e Stefano Radice, direttore generale del Gruppo Outsourcing.Al termine abbiamo raccolto il commento di Stefano Radice: “Il convegno aveva come obiettivo quello di gettare lo sguardo oltre l’outsourcing alberghiero tradizionalmente inteso, estendendo il concetto alla creazione di un rapporto tra cliente e fornitore in cui si sviluppino vantaggiose opportunità sia per i committenti sia per gli operatori dell’outsourcing.



Nelle foto, I relatori al Convegno, il Direttore Generale di Outsourcing, Stefano Radice e un momento del dibattito

Devo dire che è stato un proficuo scambio di idee e di testimonianze di manager, imprenditori e operatori del settore che ha fatto emergere quali straordinarie opportunità siano legate all’outsourcing. Gli operatori dell’ospitalità hanno capito infatti che esternalizzare alcuni servizi, significa alleggerire l’organizzazione del lavoro, destinando risorse e energie interne esclusivamente al core business. Ma per ottenere significativi vantaggi competitivi occorre affidarsi ad aziende di outsourcing di provata esperienza – e questo è il grande stimolo viene dato a noi operatori del settore – che riescano continuamente ad innovarsi offrendo soluzioni tecnologiche avanzate ed in sintonia con le esigenze e gli obiettivi strategici dell’azienda cliente”.