Strategie di Web Marketing per Hotel: come aumentare le vendite

Al giorno d’oggi, avere una strategia di web marketing per il proprio hotel è diventato fondamentale. Infatti, sono sempre di più le persone che usano Internet e i dispositivi mobili per compiere le ricerche relative all’organizzazione della loro prossima vacanza e alla prenotazione della struttura ricettiva. Social come Facebook e, soprattutto, Instagram sono uno dei mezzi preferiti dagli utenti, che prima di scegliere dove andare si informano anche circa le opinioni degli altri viaggiatori su portali di recensioni come TripAdvisor o leggendo i giudizi lasciati sulla piattaforma di Booking al termine del soggiorno. Per questo motivo, non è più procrastinabile la pianificazione di una strategia di web marketing per aumentare la reputazione dell’hotel online agli occhi delle persone interessate a pernottare nella vostra struttura ricettiva. Di seguito trovate alcuni consigli utili su come dare forma a una strategia in grado di rispondere nei minimi particolari alle esigenze di un qualsiasi albergo moderno che ambisce a competere con la concorrenza in questo campo e aumentare di conseguenza le vendite.

Avere un sito web professionale

Se avete un sito con una grafica non all’altezza dei vostri concorrenti, immagini a bassa risoluzione e poco attrattive, contenuti scarsi se non (ancora peggio) copiati da altre fonti, dovreste porvi più di una domanda. Una di queste è: Come posso pensare nel 2020 di avere visitatori interessati a prenotare una camera sul sito? Innanzitutto, bisogna capire che gli utenti sono potenziali clienti e, come tali, l’obiettivo deve essere quello di invogliarli il più possibile all’azione (cioè prenotare un soggiorno nella vostra struttura). Per farlo avete bisogno di un sito con un design di qualità, una grafica che riesca ad avere un impatto immediato su chi legge e, non ultimo, contenuti evergreen capaci di posizionarsi nelle prime posizioni delle pagine dei risultati dei motori di ricerca. È altresì fondamentale la velocità di caricamento delle pagine: se l’indice è superiore ai 3 secondi, ci sono alte probabilità di perdere una buona fetta di clienti.

Essere visibili nella prima pagina di Google

Più in alto nella SERP (Search Engine Result Page, pagina dei risultati del motore di ricerca) si posizionano i contenuti del sito web, maggiori saranno le visite ricevute. Di conseguenza, più è alto il numero di utenti superiori saranno le conversioni, cioè le vendite (il che significa avere anche maggiori entrate). A tal riguardo, sfruttare le tecniche SEO è oggi fondamentale per qualsiasi strategia di web marketing per hotel. La SEO è l’insieme delle tecniche volte a ottimizzare la struttura e i contenuti di un sito web per i motori di ricerca (la definizione esatta è Search Engine Optimization, ottimizzazione per i motori di ricerca). L’ideale è associare l’utilizzo della SEO a un piano Google Ads (ex Google AdWords), il servizio di Google che consente ai titolari di un sito web di creare degli annunci pubblicitari visibili nello snippet dedicato agli annunci Google (di solito si trovano in alto in prima pagina, lo stesso Booking ne fa largo uso).

Rafforzare il brand su Facebook e Instagram

La diffusione dei social media, su tutti Facebook e Instagram, ha di fatto aperto nuove strade inesplorate per migliaia di strutture ricettive italiane. Il consiglio è di curare con attenzione il profilo social dell’hotel, offrendo un’immagine del brand solida e positiva, così da aumentare la reputazione online e generare maggiori conversioni. Facebook consente di organizzare delle campagne pubblicitarie con lo scopo di accrescere non solo il numero dei fan di una determinata pagina, ma soprattutto di generare un più alto traffico qualificato attraverso il quale costruire una strategia di marketing finalizzata a vendere di più. Non dimenticate poi di interagire con gli utenti, rispondere alle loro domande, informarli su uno specifico servizio offerto dall’hotel. Dal punto di vista della reputazione online, è inoltre essenziale dare una risposta puntuale alle persone che muovono una critica all’albergo, così da mostrare agli altri potenziali clienti di essere sempre sul pezzo e di voler migliorare l’offerta complessiva della struttura ricettiva.

Raggiungere un pubblico targetizzato con le newsletter

Molti pensano che la newsletter sia uno strumento che appartiene al passato e, come tale, superato. In realtà le cose stanno diversamente. Oggi si parla di email marketing, una strategia che si inserisce in qualsiasi piano marketing di un hotel che è determinato ad aumentare i visitatori online e le vendite. La newsletter permette di raggiungere un pubblico altamente targetizzato, senza contare il fatto che tali utenti sono sicuramente più interessati alla prenotazione di una camera. Per convincere gli altri visitatori a iscriversi alla newsletter si consiglia di offrire loro dei reali vantaggi, come ad esempio offerte su misura oppure consigli dettagliati sull’itinerario da seguire durante la loro prossima vacanza.

Costruire una buona reputazione online

Non solo i social, ma anche i comparatori di prezzi, TripAdvisor e Booking vengono usati dai viaggiatori per lasciare un giudizio sul soggiorno appena completato, che sia positivo o negativo. Il suggerimento è di attivare le notifiche per sapere quando un utente ha aggiunto una recensione sull’albergo, in modo da rispondere nel più breve tempo possibile. Le opinioni degli utenti sono inoltre utili per capire quali sono i servizi che piacciono di più ai clienti e quali, invece, avrebbero bisogno di un miglioramento. Infine, è utile mantenere sempre aggiornate le performance, misurando cioè i progressi compiuti da quando è stata avviata la strategia di web marketing per il vostro hotel.